Gli attrezzi
Il bagno
 
La pulizia delle orecchie del bobtail: 
La pulizia delle orecchie  
Il bobtail è una razza soggetta ad avere qualche problema di otiti soprattutto in quei soggetti che hanno molto pelo all’interno dell’orecchio. Il problema delle otiti è comunque comune a tutte le razze con le orecchie pendenti. Per evitare questi problemi e mantenere in salute le orecchie dei nostri cani dobbiamo controllarle frequentemente, ogni mese, e tenerle pulite. Evitiamo che si formino nodi sotto il padiglione auricolare per fare in modo che l’orecchio respiri e togliamo il pelo all’interno del condotto auricolare. Se l’orecchio non respira si creano le condizione per uno sviluppo batterico e per l’insorgenza delle otiti che se trascurate per molto tempo possono anche diventare croniche. 
E’ importante mantenere pulito l’orecchio, ma evitando di entrare nel dotto uditivo. Bisogna evitare di irritare o addirittura di lesionare il timpano. I controlli in profondità vanno fatti esclusivamente dal veterinario, quindi se l’orecchio del vostro cane emana cattivo odore e si presenta arrossato, caldo al tatto, oppure il vostro cane si gratta e scuote la testa rivolgetevi ad un professionista.  
Quello che noi possiamo fare è cercare di prevenire. 
Prevenzione:  
1° Togliere eccessi di pelo all’interno dell’orecchio. 
2° Prestare attenzione ad eventuali corpi estranei che possono entrare nel condotto. 
Cura: 
A seconda della causa scatenante si dovrà usare il giusto prodotto rivolgendosi sempre al veterinario: antimicotico, antiparassitario, antibatterico. Se l’otite si complica arrivando anche all’orecchio medio il veterinario interverrà anche con una copertura antibiotica 
1 porzione verticale del condotto auditivo esterno 
2 porzione orizzontale del condotto auditivo esterno 
4 staffa, incudine e martello 
5 labirinto dell’orecchio interno 
6 orecchio medio 
8 cavità timpanica 
9 membrana timpanica 
Come mantenere pulite le orecchie: 
Adesso entriamo nel dettaglio.  
Il primo passo è togliere tutti i nodi dal padiglione auricolare esterno e nella zona circostante. 
Nella foto numero 1 potete vedere un orecchio di un  bobtail con i nodi ancora da togliere e il pelo all'interno del condotto. 
 
Foto 1 (orecchio da pulire) 
Personalmente procedo incominciando a togliere i nodi all’interno dell’orecchio, nella zona sotto l’ingresso del condotto e proseguo tutto intorno e poi passo all’esterno prestando durante tutta l’operazione  molta molta attenzione perché la zona è molto delicata e facilmente può lesionarsi. Bisogna anche stare attenti al tipo di spazzola che si usa per evitare di graffiare il cane. 
Uno dei punti dove si formano più nodi è dietro l’orecchio vicino all’attaccatura con la testa e anche questi nodi vanno rimossi. Il nostro scopo è permettere la respirazione della zona e intendo che l’aria deve poter circolare. La presenza di grossi nodi non permette questa circolazione e la sporcizia crea un ambiente adatto per lo sviluppo di otiti. 
Dopo che tutti i nodi sono stati tolti dal padiglione auricolare interno ed esterno e dalla zona circostante arriva il momento di pulire l’orecchio all’interno. 
Metto il cane su un tavolo da toelettatura e procedo nel seguente modo: 
Lavo l’orecchio del mio cane spruzzando dell’acqua calda, ma evitando che possa penetrare all’interno. Uso un sapone molto delicato e faccio in modo che il sapone non vada in profondità.  
Tengo il cane sul tavolo con la testa che pende in basso in modo tale che l’acqua non possa penetrare all’interno. Dopo aver sciacquato bene l’orecchio e dopo averlo asciugato  con un asciugamano e phon a bassa temperatura procedo a togliere il pelo. 
Per effettuare questa operazione il pelo deve essere completamente asciutto.  
Esistono in commercio delle polveri specifiche per le orecchie, alcune ottime.  Metto un po’ di polvere nell’orecchio e massaggio. Questa polvere serve per due motivi. Primo per togliere l’umidità eccessiva e secondo per rendere più facile l’operazione di eliminazione del pelo in eccesso all’interno del condotto. 
Con le dita comincio a strappare e cerco di togliere tutto il pelo che riesco a raggiungere. Le prime volte il vostro cane probabilmente non apprezzerà questa operazione, ma si abituerà presto. 
Se non riuscite a raggiungere il pelo con le mani potete utilizzare anche una pinza come questa (vedere foto 2) prestando moltissima attenzione a non fare male al cane. Fatelo solo se siete sicuri che il cane rimanga immobile e consiglio prima di effettuare questa operazione da soli di rivolgersi al proprio veterinario per vedere come fare per non creare danni. State comunque usando un oggetto metallico all’interno dell’orecchio 
 
Foto 2 (pinza) 
Una volta rimosso tutto il pelo possibile l’operazione si può considerare conclusa. Adesso le orecchie del vostro bobtail sono pulite. (foto 3) 
Ricordatevi che la prevenzione è necessaria se non vogliamo avere problemi e la pulizia e il controllo delle orecchie deve far parte della cura del nostro bobtail. Orecchie pulite sono orecchie sane. 
Vi ricordo, se avete il minimo sospetto che ci sia qualcosa che non va, di rivolgervi sempre al vostro veterinario, che saprà indicarvi la cura migliore. Ricordatevi che i sintomi sono: cattivo odore, orecchie arrossate, eccessiva presenza di cerume. 
 
Foto 3 (orecchio pulito)